Il ROSSONOAH è l'ultimo nato, tra i nostri vini.

Al termine dell'annata 2017, quando le viti finalmente si stavano riprendendo dalla terribile grandinata del 2016, notammo che i nostri vigneti più giovani, piantati nel 2012, avevano già una discreta produzione. Fu allora che pensammo di unire questo giovane Nebbiolo alla nostra più anziana Croatina, quella che ancora oggi cresce e matura negli impianti "alla maggiorina".

Questo incontro tra il passato della viticoltura di Brusnengo, ovvero la Croatina, e il futuro, ovvero il Nebbiolo, ci dona un frutto perfetto per essere nobilitato in giovane età. Il ROSSONOAH ha un carattere libero e spensierato, e ci insegna che si può essere eleganti anche senza essere seri e rigidi.